PALERMO: PALAZZO DEI NORMANNI E CAPPELLA PALATINA

Il cortile interno del Palazzo

Il cortile interno del Palazzo

I mosaici della Cappella Palatina

I mosaici della Cappella Palatina

La Cappella Palatina

La Cappella Palatina

 

PALERMO: PALAZZO DEI NORMANNI E CAPPELLA PALATINA - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: MT4IT012

Palermo, vanta un patrimonio culturale di grande eccellenza, fulcro della cultura e della storia della città.

Quale miglior modo di visitare la splendida città siciliana se non soggiornare nel cuore del centro storico, magari in una delle molte incantevoli residenze d’epoca o in un hotel a pochi passi dal porto e da tutte le principali attrazioni.

Qui ci si immerge nella Palermo incantevole stratificazione di epoche storiche differenti e stili architettonici. La sua storia millenaria le ha regalato un notevole patrimonio artistico e storico, che spazia dai resti delle mura puniche alle ville in stile liberty, dai palazzi nobiliari alle piazze secentesche, dalle chiese barocche ai teatri neoclassici.

Storica residenza anche di emiri e re, Palermo conserva diversi monumenti del periodo arabo-normanno tra cui la Cattedrale e la chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio, chiamata anche la Martorana, una tra le più affascinanti chiese bizantine Medioevali di tutta Italia.

Ma la tappa più importante dell’itinerario arabo-normanno nel capoluogo siciliano è sicuramente il Palazzo Reale conosciuto anche come Palazzo dei Normanni, uno dei monumenti più visitati della Sicilia, registrato nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’UNESCO. La più antica residenza reale d’Europa fu edificata durante la dominazione araba sopra i resti di antichi insediamenti punici, per poi essere ampliato con l’arrivo dei Normanni;

Il palazzo sorge nel punto più alto della città, è sede dell'Osservatorio astronomico e dell’Assemblea Regionale siciliana. Al suo interno è custodita anche una eccezionale collezione di dipinti di celebri artisti tra cui Leto, Mirò, Matisse e Guttuso.

Palazzo dei Normanni ospita al suo interno anche la straordinaria Cappella Palatina, che da sola vale la visita.

Il suo nome significa letteralmente ‘Cappella del palazzo’ e fu voluta con funzioni di cappella privata della famiglia reale da Re Ruggero II d’Altavilla, primo re normanno di Sicilia.

Si tratta di un singolare esempio di fusione latino-bizantina. È infatti composta da due piccole chiese: sul lato occidentale una chiesa latina con dieci colonne di granito e tre navate, mentre ad oriente (precisamente nel presbiterio) si ammira una piccola chiesa cristiana bizantina, a pianta quadrata sormontata da una piccola cupola emisferica, come quelle greche o turche. Qui arabi, normanni e bizantini crearono i celebri mosaici d’oro, tra cui quello del fotografatissimo Cristo Pantocratore. I mosaici sono stati realizzato con una tecnica particolare, in tre strati: due lastre di vetro al centro delle quali emerge il sottile strato in oro. Hanno un grande valore artistico, oltre che economico e allegorico. Infatti l’oro è stato scelto per rappresentare la purezza della parola di Dio. All’inizio della navata troviamo l’imponente trono reale.

Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina sono normalmente visitabili tutti i giorni, con orari dedicati, tranne durante le celebrazioni della messa e altre funzioni religiose.

 

Contattaci in Agenzia per dettagli e per preventivi/prenotazioni di soggiorni a Palermo e tour in Sicilia.